Ettore Romagnoli

Ettore Romagnoli, grecista e letterato italiano, nacque a Roma, l’ 11 giugno 1871.Laureatosi nel 1893, durante la sua lunga carriera insegnò come docente universitario dapprima a Catania, poi anche a Roma e Milano. Dal ’29 è accademico d’Italia e oltre a quella di Roma, gli viene conferita la cittadinanza onoraria di Atene.

Divenne celebre come saggista e critico letterario, traducendo varie opere greche.
Scrisse  opere di critica letteraria, raccolte di poesie e novelle,  saggi d’argomento teatrale, e compose anche le musiche per alcuni suoi allestimenti. Per sedici anni, dal 1911 al 1927 ha diretto numerose rappresentazioni classiche in diverse città italiane, anche nei teatri antichi di Siracusa e Pompei.

Negli anni ‘30 villeggia a Santa Maria Maggiore grazie allo scrittore e commediografo  Luciano Gennari e, innamoratosi della Valle, decide di acquistare una villa a Malesco. Qui ha inizio la fortunata esperienza teatrale. Romagnoli allestì opere classiche, all’aperto e al chiuso, passando dai grandi classici di Sofocle ed Eschilo, fino ad arrivare ad opere scritte da lui  stesso come: “Don Chisciotte”, “Le compensazioni d’amore” e “Il Labirinto”. Protagonisti delle rappresentazioni,  attori illustri ma anche la popolazione di Malesco e in platea personaggi di spicco che frequentavano la Valle in quel periodo.

A poco più di 80 anni dalla sua morte, avvenuta a Roma nel 1938, un’intensa attività di ricerca e tre iniziative celebreranno questo illustre personaggio. La stampa di un opuscolo (pubblicato la prima volta, nel 2001 dal Comune di Malesco, in occasione del 130° anniversario della sua nascita),riveduto e ampliato dallo scrittore Benito Mazzi, servirà da motivo centrale per una rappresentazione teatrale da parte dell’ eccellente compagnia  di Malesco, diretta da Anna Avossa. Oltre alla stampa del libretto che diventerà il quarto numero della collana “Quaderni dell’Ecomuseo”e alla messa in scena dell’ opera a lui dedicata, nel corso dell’estate 2019 sarà visitabile una mostra,realizzata in collaborazione con l’Ecomuseo regionale Ed Leuzerie e di Scherpelit.

“Facciamo Rivivere il Paese”
Scoprire o ritrovare usi e costumi del passato attraverso un viaggio reale e virtuale che appaga la vista e arricchisce l’intelletto.

Progetto ideato e realizzato dall’Accademia dei Runditt di Malesco, liberamente tratto dalla “Storia di Malesco” di Giacomo Pollini 1896 e da testimonianze scritte ed orali di Maleschesi.

scopri di più

Progetto realizzato con il contributo di:

in collaborazione con:

Illustrazioni di Lorenzo Cancelli

Desideri ulteriori informazioni?
Scrivici